Mostra di Shizue Morioka

Shizue Morioka, calligrafa
Sonata al chiaro di luna

Inaugurazione: martedì 24 marzo 2015 alle ore 18:30

La mostra rimarrà aperta fino al 2 aprile 2015
Orari: 14.00-19.00 / lunedì, sabato e festivi chiuso

Associazione Culturale ARTE GIAPPONE –
Vicolo Ciovasso 1 – 20121 Milano
tel.&fax 02/865138
e-mail: arte.giappone[AT]libero.it /
web:www.artegiappone.com

 Morioka-mostra

Fin dai tempi antichi i giapponesi amavano la luna come una cosa preziosa. Numerosi racconti e miti tradizionali sulla luna hanno molto influenzato l’arte e la cultura anche contemporanea. Ancora oggi i giapponesi hanno la consuetudine di godersi il chiaro di luna, usanza che chiamano “Otsukimi”.

In contrasto con il sole brillante e luminoso, abitualmente immaginiamo la luna silenziosa nella notte scura. E le fasi che si susseguono, dal plenilunio al novilunio, ci suscitano sentimenti intensi. In Giappone questo sentimento richiama un principio buddhista: “Shogyōmujyō”, ovvero “tutte le cose di questo mondo sono effimere” oppure un ideale estetico “Mononoaware” cioè “essere sensibile al pathos delle cose”.

La calligrafa giapponese Shizue Morioka lavora sul tema della luna da alcuni anni. La sua nuova mostra presso l’Associazione Culturale ARTE GIAPPONE di Milano, si ispira alle letteratura dedicata alla luna che spazia dall’antichitá alla età contemporanea. Le sue opere calligrafiche ci trasportano in un’atmosfera lunare con il loro ritmo e la risonanza quasi musicale.

 

 Shizue Morioka

È nata a Tokyo, in Giappone. Si è laureata in Calligrafia all’Università di Tsukuba. Dirige il corso di calligrafia “Seichōkai”. Membro dell’ “Esposizione di calligrafia Mainichi”. Membro della giuria dell’ “Esposizione Sogen”. Si è classificata fra i selezionati all’ “Esposizione “Nitten”. Inoltre ha ottenuto il premio attribuito ai “membri dell’esposizione Sogen” e il premio del “governatore di Tokyo” all’esposizione Sogen. Sue esposizioni recenti:  2009 Mostra collettiva, Associazione Culturale ARTE GIAPPONE, Milano, Italia; 2012 Mostra collettiva, Repubblica Ceca;  2013 Mostra collettiva, Finlandia.

Programma

Martedì 24 marzo 2015 alle ore 18:30
Inagurazione della mostra

Sfilata di Kimono – tintura “Taiyoukyo” : Taiyoukyo” è una tecnica unica di tintura di Yuzen del periodo Edo che continua ancora oggi. Lo yuzen era una decorazione giapponese portata in auge nel periodo Edo. Lo yuzen-zome è una tintura a mano libera ottenuta disegnando la scena sulla stoffa con l’ausilio di amido di riso o colla cosparsa attraverso un imbuto di carta e una piccola cannuccia.

Esibizione di danza tradizionale giapponese : Merino Hanayaghi (maestra della scuola “Hanayaghi”)

Durante la serata i visitatori riceveranno un omaggio.

Giovedì 26 marzo e mercoledì 1 aprile
alle ore 18:30
Dimostrazioni di calligrafia
di Shizue Morioka

mercoledì 25, giovedì 26 e venerdì 27 marzo
dalle 16:00 alle 19:00
martedì 31 marzo, mercoledì 1 e giovedì 2 aprile

dalle 16:00 alle 19:00

Workshop di calligrafia di Shizue Morioka
Prova di kimono per le visitatrici

 INGRESSO LIBERO fino ad esaurimento posti

 

森岡静江書展「月光夜曲」in ミラノ
Shizue Morioka calligraphy exhibition “Moonlight Nocturne ” in Milan

Associazione Culturale ARTE GIAPPONE
Vicolo Ciovasso, 1-20121 Milano,ITALIA
3/24 18:30〜 Opening party
3/25 〜3/27, 3/31〜4/2 14:00〜19:00

イタリア、ミラノのブレラ地区の画廊アルテジャポーネにて初個展を開催します。
「月光夜曲」と題して、月にまつわる詩文、語句を集めて構成します。書によって月の世界を様々に織り成していきたいと思っています。

Corso intensivo

 

Presso il Centro di Cultura Giapponese
via Lovanio, 8 · Milano (Moscova M2)
si terrà il
Corso intensivo di calligrafia giapponese
“La Via della Scrittura”

8 incontri con Bruno Riva
da venerdì 6 febbraio 2015
dalle ore 15.00 alle 17.00

Per informazioni e prenotazioni scrivere a:
associazione[CHIOCCIOLA]shodo.it
www.shodo.it

FujiwaraYukinari-972-1027
Calligrafia di Fujiwara Yukinari (972-1027)

 

Mostra: Dopo tre anni dal grande terremoto

Dal 4 al 14 marzo a Milano la galleria Arte Giappone espone opere realizzate dalla calligrafa giapponese  Ryoshun Ideshita 出下綾春 e dalla sua scuola in occasione del terzo anniversario del grande terremoto del hoku.

La maestra Ideshita è già nota al pubblico milanese per una mostra allestita nel 2009 nella stessa galleria, “Ryoshun Ideshita con i suoi compagni. Raffinatezza della calligrafia giapponese“, in cui aveva esposto calligrafie di testi dal Genji Monogatari.

Dopo tre anni dal grande terremoto
– Cuore ferito ed ancora non ristabilito –
opere calligrafiche di  Ideshita Ryoshun, Ito Ryoha e Shiina Ryosai.
Orario:14:00-19:00
Lunedì e festivi chiuso
Inaugurazione : martedì 4 marzo 2014 alle 18:30

Associazione Culturale ARTE GIAPPONE
Vicolo Ciovasso 1 Milano
tel.&fax 02/865138
www.artegiappone.com

ideshita-1
Miagete goran yoru no hoshi wo. Calligrafia di Ideshita Ryoshun

“A tre anni dal tragico e devastante terremoto del Giappone, il cuore di chi ha perduto il proprio figlio o il proprio genitore a causa dello tsunami è ancora ferito nel profondo. In tale difficile situazione, abbiamo pensato di dedicare a queste persone delle poesie e canzoni giapponesi di consolazione e di incoraggiamento. Tra i vari stili possibili, per questa mostra di Milano abbiamo utilizzato per le nostre opere calligrafiche soprattutto la scrittura in kana, il sistema sillabico di scrittura giapponese.  […]  Allo stato attuale, in Giappone continua la ricostruzione del dopo terremoto. Con la nostra esposizione di opere a Milano desideriamo portare la nostra testimonianza alla sofferenza di tante madri e di tanti bambini che, seppur feriti, provano il legittimo desiderio di andare avanti. Ho dedicato a loro, con tutto il mio cuore, la mia opera che illustra il testo della nota canzone giapponese Miagete goran yoru no hoshi wo ( “Guarda le stelle della sera”).*  Il mio augurio è che l’affetto e la forza di questa canzone possa trasmettersi anche agli italiani. “
Ryoshun Ideshita

* Miagete goran yoru no hoshi wo è una canzone composta nel 1960 per l’omonimo musical e diventata molto popolare nel 1963 nella versione di Sakamoto Kyū. Ecco l’inizio:

見上げてごらん夜の星を
miagete goran yoru no hoshi wo

小さな星の 小さな光りが
chiisana hoshi no, chiisana hikari ga
ささやかな幸せを 歌ってる
sasayaka na shiawase wo utatteru

Alza gli occhi a guardare le stelle della sera.
Quella piccola luce di una piccola stella
canta di una modesta felicità.

 

 

Shodo.it sulla rivista “Sumi”

 

Abbiamo il piacere di annunciare che questo sito e l’Associazione culturale shodo.it sono stati segnalati dall’autorevole rivista giapponese “Sumi” (numero 226, gennaio-febbraio 2014), forse la più celebre tra quelle dedicate alla calligrafia e certamente la più bella al mondo.
La menzione è all’interno di un articolo in cui viene presentato il maestro Nakajima Hiroyuki, artista di fama internazionale, e vengono descritti i seminari da lui condotti in Giappone e all’estero. La foto si riferisce al seminario tenuto a Milano in occasione della nostra mostra “Lo spirito e il segno“.

shodo-it-rivista-sumi

 

nakajima-sumi-pag-165

nakajima-sumi-pag-164

 

 

 

 

 

 

 

 

Calligrafia cinese al Piccolo Teatro di Milano

“La calligrafia cinese:
l’arte di catalogare il mondo”

Performance di Bruno Riva e Katia Bagnoli
Conversazione con il filosofo Carlo Sini

 

piccoloteatro

Lunedì 7 ottobre 2013, ore 20:30
Teatro Studio – Piccolo Teatro di Milano
Via Rivoli, 6 (MM2 Lanza) Milano

Jiaguwen-jinwen-32

Ingresso libero con prenotazione – presso la biglietteria del Piccolo Teatro Strehler (da lunedì a sabato 9.45-18.45 continuato e domenica 13-18.30), oppure via mail a comunicazione@piccoloteatromilano.it indicando nell’oggetto “calligrafia” seguito da nome, cognome e numero di posti desiderati.


Piccolo Teatro di Milano – Teatro d’Europa
Istituto Confucio – Università degli Studi di Milano
Università degli Studi di Milano Bicocca
OT/Orbis Tertius – Ricerche sull’immaginario contemporaneo
Associazione culturale shodo.it


Performance calligrafica su fogli di grandi superfici stesi nella platea del Teatro Studio.
Il calligrafo e studioso di calligrafia dell’Asia Orientale Bruno Riva eseguirà scritte di varie dimensioni in tutte le forme della scrittura cinese. Dalla potenzialità figurativa delle antiche scritte su ossi e carapaci, alle sintesi ritmiche e astratte del corsivo, attraverso il vigore e la precisione della forma degli scrivani, il tutto interpretato con rigore filologico ma allo stesso tempo con la libertà artistica dei nostri tempi.
La calligrafa Katia Bagnoli eseguirà, nelle principali forme di scrittura canonica e nel formato classico della poesia cinese, una poesia di Wang Wei che è stata oggetto di studio del filosofo e psicoanalista francese Jacques Lacan e del sinologo e letterato François Cheng.

Seguirà una lezione-conferenza del filosofo Carlo Sini sul rapporto tra scrittura, calligrafia e pensiero.

La serata si concluderà con un dialogo tra il filosofo Carlo Sini, Marcello Ghilardi, filosofo e studioso del pensiero cinese e il calligrafo Bruno Riva.

MIFU-8

Bruno Riva e Katia Bagnoli sono tra i fondatori della Confederazione Europea di Calligrafia, dell’Associazione culturale shodo.it e dell’Accademia di calligrafia Ruimo.
Espongono le loro opere in Europa, negli Stati Uniti e in Asia orientale.
Sono attivi nella divulgazione dell’arte calligrafica producendo testi teorici e storici. Organizzano mostre, seminari e performance di calligrafia in Italia e in Svizzera e collaborano con associazioni e università cinesi, giapponesi e coreane nell’organizzazione di mostre internazionali.
Bruno Riva insegna calligrafia a Milano e a Lugano dall’anno 2000.

Carlo Sini ha insegnato per oltre trent’anni Filosofia teoretica all’Università degli Studi di Milano. Accademico dei Lincei e membro di altre accademie e istituzioni culturali, ha tenuto conferenze, corsi e seminari negli Stati Uniti, in Canada, in Argentina, Spagna e altri Paesi europei. Collabora con le pagine culturali del “Corriere della sera” e de “l’Unità”, con la RAI e la Radiotelevisione svizzera. È autore di una quarantina di volumi, diversi dei quali tradotti in varie lingue. Tra i più recenti: Eracle al bivio, L’uomo, la macchina, l’automa (Bollati Boringhieri) e Il sapere dei segni. Filosofia e semiotica (Jaca Book).
Il tema della scrittura è al centro della sua riflessione teoretica che ricostruisce la genealogia del pensiero occidentale a partire dall’evento della scrittura alfabetica. La sua ricerca sul sapere dei segni lo ha portato a riflettere anche sulla pratica poetica dell’ideogramma ritrovandone la radice in quell’ “aritmetica prima dell’esperienza” che è il segreto musicale del ritmo della vita, tra memoria e oblio, metamorfosi e ritorno, perdita e restaurazione.

Marcello Ghilardi, filosofo e studioso del pensiero cinese. Dottore di ricerca in Estetica e Teoria delle Arti, collabora con la cattedra di Estetica del Dipartimento di Filosofia dell’Università di Padova.
È redattore delle riviste «Simplegadi» e «Orbis Tertius».
Tra le sue pubblicazioni ricordiamo: Cuore e acciaio. Estetica dell’animazione giapponese (2003), L’enigma e lo specchio. Il problema del volto nella pittura contemporanea (2006), Vie per un’estetica interculturale (2009), Una logica del vedere. Estetica ed etica in Nishida Kitaro (2009), Shitao, “Sulla pittura”, [trad.antologica con commento] (2009), La filosofia nei manga. Estetica e immaginario nel Giappone contemporaneo (2010), Arte e pensiero in Giappone. Corpo, immagine, gesto (2012), Filosofia dell’interculturalità (2012)

Sho no Shitsurai

A Tokyo il maestro Nakajima Hiroyuki  (http://www.sho-jp.com) presenta la mostra
“Sho no Shitsurai”

nakajima-shitsurai-9

Il termine “Shitsurai” si riferisce alla pratica tradizionale di decorare una stanza per un’occasione speciale. Trenta opere degli allievi saranno collocate nell’ambiente di una casa giapponese tradizionale, in modo che le scelte individuali di ciascuno trovino la collocazione più appropriata.  

“I intend to arrange each works (thirty works) on suitable place in the traditional Japanese house. Since students decided what and how they express by themselves, their works are rich in variety in comparison to other Group exhibitions.” Nakajima Hiroyuki

nakajima-shitsurai-1

nakajima-shitsurai-2

nakajima-shitsurai-3

nakajima-shitsurai-4

nakajima-shitsurai-5

nakajima-shitsurai-6

nakajima-shitsurai-7

“Sho no Shitsurai”
Dal 4 al 6 ottobre, ore 11:00-1900
Ikkyo-An 2-8-22 Shouan Suginami-ku
Tokyo 167-0054
JAPAN

nakajima-shitsurai-8