Calligrafia al Musec

Nell’ambito della mostra “Il samurai. Da guerriero a icona” al MUSEC di Lugano:
 
Sabato 19 maggio, ore 18:00
Le mille vie della calligrafia
Conferenza e dimostrazione di Bruno Riva e Katia Bagnoli
 
Per l’occasione sarà esposta una selezione di opere su seta di grandi dimensioni basate su testi poetici cinesi e giapponesi.
 
MUSEC – Museo delle Culture di Lugano
Villa Malpensata, sala conferenze (terzo piano)
ingresso principale da via Riva Caccia 5, Lugano
www.musec.ch
 
Entrata libera fino ad esaurimento dei posti disponibili

In collaborazione con Associazione culturale Giappone in Ticino e La Società Letteraria.
Musec–Museo delle Culture della città di Lugano


Mostra di calligrafi svizzeri a Shaoxing

L’Accademia Ruimo e l’associazione shodo.ch hanno partecipato alla mostra calligrafica organizzata dal professor Wang Fei al museo di Shaoxing, dedicata alla calligrafia cinese in Svizzera.
Il professor Wang Fei ha fondato a Ginevra la scuola di calligrafia “Le poisson mandarin” ed è Professore alla Facoltà di studi cinesi dell’Università di Ginevra (Unité des études chinoises de l’Université de Genève), diretta nel tempo dai celebri Professori Jean-François Billeter e Nicolas Zufferey.
Alla mostra di Shaoxing hanno esposto oltre 60 opere di calligrafi svizzeri. Tra i partecipanti anche l’anziano Jean Sahli, di 85 anni, che ha iniziato ad occuparsi di calligrafia molti anni fa e ha sempre operato in favore della sua diffusione.

Per l’Accademia di Calligrafia Ruimo hanno partecipato con le loro opere il maestro Bruno Riva, Katia Bagnoli, Carmen Covito, Morena Mauri, Roberto Pappalettera.

 

 

Mostra fotografica “The Tokyo Walker”

Dal 20 settembre al 8 novembre 2014
la Galleria Job presenta

“THE TOKYO WALKER:
LA CITTÀ FRA LE ACQUE”
di Matteo Aroldi, fotografo

Inaugurazione
sabato 20 settembre 2014 alle ore 11

tokyo-walker-invito

“THE TOKYO WALKER: LA CITTÀ FRA LE ACQUE”
Con “La città fra le acque”, secondo episodio del progetto fotografico a lungo termine “The Tokyo Walker”, il fotografo Matteo Aroldi esplora il rapporto simbiotico della piú grande metropoli del mondo con l’elemento liquido. Spostandosi a piedi, rigorosamente durante le ore notturne, lungo itinerari inusuali, percorrendo vicoli nascosti e bui, stradine discoste, ponti di superstrade e seguendo le innumerevoli vie d’acqua, l’autore ci accompagna in ambienti e situazioni che sfuggono al viandante frettoloso o distratto. Paesaggi urbani sospesi fra il cielo luminoso, specchio informe della citt´ e l’acqua oscura, percorsa da multicolori e vivaci presenze che ci ricordano la moltitudine di anime che freneticamente ci vive. Calma, silenzio, spazio, confluiscono nelle immagini di Aroldi che ritrae luoghi apparentemente deserti. La grande metropoli assume un carattere senza tempo, o dove il tempo si ferma per permetterci di assaporarne un aspetto intimo e soffuso.

Galleria Job
Via Borghetto 10
CH-6512 Giubiasco
www.fotolabojob.ch

La mostra (entrata libera)
rimarrà aperta fino al 8 novembre 2014,
dal lunedì al venerdì
dalle 8.45 alle 11, dalle 13.45 alle 18.30,
sabato
dalle 8.45 alle 12, dalle 13.45 alle 17.00

Ulteriori informazioni:
tel.  091.857.75.40
cell. 079.621.37.38
labo @ fotolabojob.ch

Lo spirito dello iaido

Martedì 26 Agosto 2014

presso “il Ciani”
viale Carlo Cattaneo, Lugano
alle 19:00

Le associazioni Giappone in Ticino e shodo.ch presentano la conferenza dal titolo “Lo spirito dello Iaido – lo spirito ascetico e il senso dello iaido oggi” tenuta dal maestro Kentarō Miyazaki 8° dan Hanshi Muso Shinden Ryu iaido e, a seguire, un Embu (dimostrazione) di iaido, l’arte dell’estrazione e dell’uso della spada giapponese (katana). Miyazaki Kentarō ricopre il ruolo di professore ordinario di Studi Interculturali all’Università Junshin di Nagasaki.

iaido-ciani 

 

in occasione dell’evento
Lo spirito dello iaido

l’Associazione culturale shodo.ch presenta la mostra calligrafica

Omaggio all’arte di Luna di Loto
La poetessa Ōtagaki Rengetsu,
monaca viandante

a cura di Katia Bagnoli e Bruno Riva

23-Morioka

presso “il Ciani”
viale Carlo Cattaneo, Lugano
martedì 26 agosto 2014
dalle 14:00 alle 19:00

Saranno in mostra opere di:
Yamada Tomie, Nakajima Hiroyuki, Morioka Shizue, Katia Bagnoli, Bruno Riva, Kataoka Shikō, Carmen Covito, Madoka (Nakazawa Kenyo), Iyama Kenkō, Titose (Okamura Chitose), Yurugi Hiroko, Ideshita Ryōshun, Uehira Baikei, Okumura Shoko, Yonemoto Kōro, Mine Conti, Sibylle Leuthardt, Ruth Gibellini, Paola Tampieri, Claudia Verri, Fabrizio Piotti, Roberto Pappalettera, Ruan Zonghua, Morena Mauri.

La mostra si propone di far conoscere l’affascinante figura di una poetessa, calligrafa e ceramista del passato, Ōtagaki Rengetsu (1791-1875) attraverso opere a lei dedicate da calligrafi contemporanei giapponesi e europei.
Sono esposte una trentina di opere di medie e grandi dimensioni, 23 delle quali presentate a Milano nello scorso mese di giugno alla Galleria Arte Giappone di vicolo Ciovasso 1.
Si tratta principalmente di kakejiku, e di un’installazione composta da 66 tanzaku, opere calligrafiche di piccole dimensioni. Le opere sono state appositamente realizzate per questa occasione: gli artisti hanno calligrafato poesie di Rengetsu, nella propria interpretazione moderna o nell’esecuzione di rinsho – la pratica della copia calligrafica – oppure testi che evocano la sua spiritualità e l’ambiente in cui visse.
Sono esposti anche due tanzaku originali di Rengetsu, due opere pittoriche e calligrafiche del celebre Tomioka Tessai (1836-1924) che con lei collaborò spesso e alcuni altri pezzi degli inizi del Novecento come due poesie del monaco calligrafo Nantenbō (Nakahara Nantenbō 中原 南天棒, 1839-1925).